Menu Our services in the selected location:
  • No services available for your region.
Select Location:
Remember my selection
Siamo venuti a conoscenza del fatto che alcune parti esterne stanno falsamente dichiarando di svolgere servizi finanziari per conto di Goldman Sachs (comprese Goldman Sachs Asset Management International e Goldman Sachs International) allo scopo di commercializzare falsi prodotti di investimento e di sollecitare pagamenti monetari. Queste parti esterne possono fingere di rappresentare Goldman Sachs attraverso l’uso di comunicazioni fraudolente tramite e-mail, messaggistica istantanea o telefono, nonché attraverso l’uso di brochure false o altri documenti contenenti loghi e marchi di Goldman Sachs. La Financial Conduct Authority of UK ha emesso degli avvertimenti su queste attività fraudolente che sono disponibili qui e qui .
È importante sapere che qualsiasi comunicazione ricevuta da Goldman Sachs proviene solo da indirizzi e-mail con l’estensione @gs.com e/o può essere reperita sul sito web goldmansachs.com. Ulteriori informazioni su come proteggervi dall’attività online fraudolenta e su come contattarci in merito a questo argomento si possono trovare sulla pagina dedicata alla Sicurezza di Goldman Sachs, disponibile qui .
Il browser è obsoleto. Presenta problemi di sicurezza noti e può non visualizzare tutte le funzionalità di questo e altri siti Web

29 aprile 2021 | GSAM Connect

La rivoluzione globale della sostenibilità: il punto sulle soluzioni ambientali

Abbiamo incontrato recentemente Alexis Deladerriere, Head of International Developed Markets Equity nel team Fundamental Equity di Goldman Sachs Asset Management, per esaminare una serie di temi ambientali e il loro potenziale impatto per gli investitori. Il suo team crede che siamo all’inizio di un’ampia rivoluzione della sostenibilità che produrrà un impatto globale e intersettoriale sia sui rischi che sulle opportunità di investimento. Dato che le aziende, i consumatori e i responsabili politici sono sempre più concentrati sull’impatto ambientale, egli ritiene che questa maggiore attenzione creerà opportunità di investimento in quanto la “tecnologia pulita” può rivoluzionare i settori per come li conosciamo.

 

Attualmente, quali sono i temi di sostenibilità che tiene sotto osservazione?

Abbiamo identificato una serie di temi di sostenibilità che secondo noi rappresentano trend secolari in quattro aree:  consumo sostenibile, energia pulita, efficienza delle risorse ed economia circolare. Per esaminarne uno in dettaglio, il “consumo sostenibile” è tra i temi principali in tutto il mercato e si sta manifestando in diversi settori, dal cibo alla moda. Per le aziende basate sui consumi, l’idea è quella di avere una “etichetta pulita”, una catena di fornitura rispettosa e un imballaggio sostenibile. Questo ha spinto un ritorno alla biologia e ha promosso ingredienti più naturali e biodegradabili. Un esempio che abbiamo osservato di recente è un’azienda olandese, la DSM, che sta cercando di commercializzare integratori alimentari che riducono le emissioni di metano dei bovini, i quali contribuiscono significativamente a questo gas serra particolarmente dannoso per il cambiamento climatico. Il settore lattiero-caseario oggi ha un’immagine sana e verde che vuole mantenere, ma per farlo ha bisogno di accettare soluzioni che possano migliorare l’impatto ambientale delle sue attività commerciali. Ci aspettiamo di vedere più innovazioni negli anni a venire in questo settore, come in altri.

 

Qual è il ruolo svolto da aziende e governi?

Per quanto riguarda le aziende, riteniamo che ci siano tre tipi di società che si concentrano sulle soluzioni per creare impatti positivi o per ridurre gli impatti negativi: le start-up, che in gran parte sono state create per sviluppare nuovi prodotti esclusivamente per trovare una soluzione a un problema; le società che sono sempre state concentrate su questo aspetto e che solo ora stanno registrando una crescita esponenziale; e gli operatori tradizionali che stanno cambiando i loro comportamenti per adeguarsi alla crescente attenzione verso le soluzioni ambientali. Un esempio di quest’ultimo tipo di aziende potrebbe essere General Motors, una casa automobilistica americana storica, che ha l’ambizione di vendere solo veicoli elettrici entro il 2035. Questa sarebbe la dimostrazione di un’azienda che è stata in prima linea in questa transizione e cerca di trarre vantaggio dal cambiamento delle preferenze. Inoltre, questi cambiamenti non riguardano solo le grandi società. Un importante sviluppo nell’ultimo anno è stata la crescente profondità e ampiezza dell’universo investibile in linea con questi temi, attraverso spin-off, SPAC e IPO, che ha creato una maggiore possibilità di ottenere esposizione a queste opportunità di crescita.

I responsabili politici di tutto il mondo hanno svolto un ruolo fondamentale nel limitare le attività con un impatto ambientale negativo attraverso la tassazione e la regolamentazione, incentivando allo stesso tempo lo sviluppo di soluzioni alternative. Per esempio, il Sistema di Scambio di Quote di Emissione Europeo, che copre il 40% delle emissioni dell’UE, è riuscito a ridurle del 35% negli ultimi 15 anni. Negli Stati Uniti, stiamo cominciando a vedere politiche locali che vietano alcuni tipi di oggetti di plastica monouso. In Norvegia, gli incentivi per i veicoli elettrici hanno portato la quota di tali veicoli al 54% delle vendite totali di auto nel 2020, con l’obiettivo di arrivare al 100% entro il 2025.

 

Quali sono le evoluzioni in corso nel campo dell’energia rinnovabile?

L’eolico e il solare sono diventati, in molti casi, le produzioni di energia a più basso costo in certi mercati. Si tratta di un grande cambiamento rispetto a dieci anni fa, quando questi tipi di energia erano costosi e venivano spesso sovvenzionati per rimanere competitivi. Negli ultimi due anni, i miglioramenti tecnologici hanno aumentato del 50% la capacità delle turbine eoliche e il costo di questa energia è diminuito dall’80% al 90% negli ultimi dieci anni. Inoltre, è previsto un ulteriore aumento dell’efficienza, il che aiuta a spiegare l’attuale crescita esponenziale delle energie rinnovabili. Tuttavia, il potenziale è ancora enorme: nel mondo, oggi, solo il 6% circa dell’energia viene generata dall’eolico e dal solare, rispetto al 40% circa dal carbone.

Un altro sviluppo interessante in questo campo è l’eolico offshore, che è stato storicamente difficile perché le turbine fissate sul fondo del mare non possono essere costruite in profondità maggiori di 50 metri. La soluzione è rappresentata dalle turbine eoliche galleggianti, che possono essere ancorate nella maggior parte delle posizioni in acque più profonde, lontane dalla vista e dalle rotte di navigazione e di pesca. Sebbene questo sviluppo sia ancora agli inizi, riteniamo che potrebbero esserci interessanti opportunità nei prossimi anni per aumentare la capacità di generazione di energia eolica attraverso mezzi offshore.

 

Resta informato sugli ultimi sviluppi del mercato e sui principali temi per i tuoi portafogli e le tue attività professionali.
Resta connesso

Informazioni sull’esperto

Alexis Deladerrière

Alexis Deladerrière

Portfolio Manager – GS Global Environmental Impact Equity Portfolio, Goldman Sachs Asset Management

Approfondimenti correlati

Quantinomics: l’integrazione dei fattori ESG nelle strategie quantitative attive

Come possono gli investitori stabilire se la transizione verso un’economia a basse emissioni di anidride carbonica avrà un impatto sulla performance delle società nei loro portafogli? In questa ricerca discutiamo l’integrazione degli obiettivi ambientali, sociali e di governance (ESG) nelle strategie di investimento ad orientamento quantitativo. 

Credit Check-In: Veicoli elettrici - lo scenario futuro

Il Credit Check-In è una pubblicazione mensile di analisi degli investimenti che descrive gli sviluppi nei mercati del credito societario.

Il credito a chi merita credito: l’obbligazionario ESG

Riteniamo che l’analisi ambientale, sociale e di governance (ESG) sia in grado di generare informazioni differenziate che possono portare a una sovraperformance dell’investimento. In questa pubblicazione, illustriamo gli elementi chiave che informano il nostro approccio all’investimento ESG nei mercati obbligazionari.