Our services in the selected location:
  • No services available for your region.
Select Location:
Remember my selection
Siamo venuti a conoscenza del fatto che alcune parti esterne stanno falsamente dichiarando di svolgere servizi finanziari per conto di Goldman Sachs (comprese Goldman Sachs Asset Management International e Goldman Sachs International) allo scopo di commercializzare falsi prodotti di investimento e di sollecitare pagamenti monetari. Queste parti esterne possono fingere di rappresentare Goldman Sachs attraverso l’uso di comunicazioni fraudolente tramite e-mail, messaggistica istantanea o telefono, nonché attraverso l’uso di brochure false o altri documenti contenenti loghi e marchi di Goldman Sachs. La FCA ha emesso degli avvertimenti su queste attività fraudolente che sono disponibili qui e qui .
È importante sapere che qualsiasi comunicazione ricevuta da Goldman Sachs proviene solo da indirizzi e-mail con l’estensione @gs.com e/o può essere reperita sul sito web goldmansachs.com. Ulteriori informazioni su come proteggervi dall’attività online fraudolenta e su come contattarci in merito a questo argomento si possono trovare sulla pagina dedicata alla Sicurezza di Goldman Sachs, disponibile qui .
Il browser è obsoleto. Presenta problemi di sicurezza noti e può non visualizzare tutte le funzionalità di questo e altri siti Web
MARKET PULSE 
|
Dicembre 2019

MARKET PULSE

Market


Crescita economica

Ci aspettiamo che la crescita globale risalga dal 3,1% del 2019 al 3,4% nel 2020 in risposta alle condizioni finanziarie più accomodanti e alla fine delle tensioni commerciali. Sebbene i rischi ciclici siano aumentati, continuiamo a ritenere improbabile una recessione nel 2020. Sono invece più probabili delle correzioni determinate da eventi idiosincratici.

Mercato del lavoro

In molte economie avanzate, ci aspettiamo un continuo miglioramento del mercato del lavoro e una pressione al rialzo sulla crescita dei salari. Tuttavia, l’impatto sull’inflazione “core” dovrebbe rimanere limitato.

Inflazione

La graduale crescita dei salari e le pressioni sui prezzi legate ai dazi continueranno a spingere al rialzo l’inflazione statunitense, ma probabilmente le politiche monetarie della Fed non cambieranno in mancanza di pressioni prolungate. Un tema persistente in Europa e in Giappone è dato dal livello d’inflazione al di sotto del target e potrebbero quindi essere necessari interventi più incisivi di politica monetaria e fiscale.

Politica monetaria

Pensiamo che la correzione nella fase intermedia del ciclo sia alla fine, con le principali banche centrali che assumono un atteggiamento attendista. Riteniamo che il 2020 sarà caratterizzato da un profilo meno attivo da parte delle banche centrali, dovuto a condizioni macroeconomiche stabili, un’inflazione sistematicamente contenuta e la volontà di evitare coinvolgimento politico negli Stati Uniti.

Geopolitica

L’incertezza cronica sul commercio e sulla Brexit probabilmente continuerà nel 2020, per poi essere sostituita dal rischio elezioni statunitensi. La posizione di vantaggio e lo stato di salute economica dovrebbero favorire Trump, anche se i livelli record del dissenso aprono la porta a una sfida combattuta e ad un potenziale cambiamento della leadership nel Senato.

Azionario

Ci aspettiamo una moderazione dei rendimenti azionari nel contesto di valutazioni elevate e dell’atteggiamento attendista delle banche centrali. Sebbene siamo sostanzialmente neutrali in termini di settori e stili, un miglioramento sequenziale della crescita nel 2020 potrebbe favorire degli orientamenti tattici verso lo stile value, le small cap e le azioni non statunitensi. In Europa, privilegiamo un posizionamento bottom up verso singole società con crescita degli utili più elevata, maggiori margini di profitto e una quota più ampia di ricavi globali.

Tassi

Le inversioni della curva dei rendimenti così marcate nel 2019 sono state generate da una netta diminuzione dei premi a termine e dalla mancanza di potere predittivo rispetto ai cicli precedenti. Pensiamo che i rendimenti sovrani si trovino in prossimità del valore equo e che un loro aumento richiederebbe probabilmente un aumento della crescita ciclica.

Credito

Riteniamo che il rischio di default nel 2020 sia relativamente limitato, in quanto i rapporti debito/utili e debito/patrimonio rimangono stabili. Tuttavia, le condizioni di fase avanzata del ciclo, come l’indebitamento vicino ai livelli record e il rallentamento della crescita degli utili, renderanno più importanti che mai una selettività bottom-up e un posizionamento idiosincratico.

Valuta

Per il 2020 continuiamo a privilegiare l’Euro rispetto al Dollaro statunitense, soprattutto perché le banche centrali hanno probabilmente raggiunto la fase finale dell’allentamento e sta migliorando la tolleranza al rischio a livello globale. La probabilità di un accordo sulla Brexit potrebbe anche consentire un ulteriore apprezzamento della Sterlina.

Volatilità

Riteniamo che la volatilità media rimanga relativamente stabile nel 2020, anche se l’incertezza derivante dal commercio, dai post sui social media e dalle elezioni statunitensi potrebbe comportare delle crisi sporadiche.

Lo sapevate?


Al concludersi di questo decennio, riflettiamo sull’evoluzione di alcuni dei trend più significativi, che secondo noi avranno un impatto a livello mondiale. I cambiamenti nelle dinamiche demografiche, dei consumi e l’ambiente incideranno sulle economie e sui mercati. Prevediamo che la velocità di questa trasformazione aumenterà negli anni a venire.

URBANIZZAZIONE
Si prevede che la percentuale della popolazione mondiale che vive nelle aree urbane aumenti dall’attuale 55% fino al 68% entro il 2050. Il numero di persone che si spostano nelle città in tutto il mondo ogni anno equivale alla popolazione della Germania.
MILLENNIAL
Entro il 2025, i Millennials rappresenteranno il 75% della popolazione lavorativa statunitense e guadagneranno il 46% del reddito della nazione. A livello globale, prevediamo che i Millennials guadagneranno oltre 150.000 miliardi di Dollari nei prossimi cinque anni.
PENSIONE
In media, negli Stati Uniti, i risparmi delle persone anziane dureranno solo 10 anni dopo i 65 anni, anche supponendo che le persone riducano la loro spesa del 30%. Questo importo è minore del reddito richiesto per sostenere un’aspettativa di vita media di 83 e 86 anni, rispettivamente per gli uomini e le donne.
SPOSTAMENTI
Un americano che percorre meno di 6.000 miglia all’anno risparmierebbe denaro usando il ride-sharing (trasporto condiviso) piuttosto che acquistando un’automobile. Con il crescente aumento dell’urbanizzazione, prevediamo che il mercato dei trasporti come il car-sharing possa quadruplicare entro il 2030.
CONNETTIVITÀ
Metà della popolazione mondiale ancora non è connessa ad Internet. La corsa per stabilire delle costellazioni satellitari a bassa orbita per connettere il pianeta sta iniziando.
ATTIVAZIONE VOCALE
Gli assistenti vocali ad Intelligenza Artificiale (IA) hanno raggiunto delle capacità di riconoscimento del discorso umano con un’accuratezza del 95%, una soglia importante in quanto il 90% di tutte le comunicazioni umane avviene ancora verbalmente. Il numero di assistenti digitali virtuali/vocali dovrebbe superare la popolazione mondiale entro il 2021.
CLIMA
17 dei 18 anni più caldi della storia si sono registrati negli ultimi due decenni. Temperature estreme, tempeste eccezionali, siccità prolungata e altri eventi in via di intensificazione rappresentano vulnerabilità economiche e rischi, anche per gli investimenti.
GAS
Il bestiame è responsabile di circa il 14,5% delle emissioni di gas effetto serra a livello globale, quasi quanto le emissioni prodotte da tutte le forme di trasporto globali. Più di un quarto della superficie terrestre non ricoperta dai ghiacci del pianeta ora viene impiegata per allevare animali.
ESTINZIONE
Il tasso attuale di estinzione di piante e animali supera di 1.000 volte il tasso naturale. La popolazione delle specie vertebrate è diminuita del 58% dal 1970 e si prevede che debba diminuire ancora del 10% entro il 2020. La distruzione dell’habitat naturale, l’inquinamento e le malattie hanno portato a un indebolimento globale della resilienza dell’ecosistema.
CRESCITA GLOBALE
Il 95% delle economie dovrebbe crescere nel 2020, con i Paesi in rallentamento che rappresentano solo l’1% dell’attività globale. Prevediamo che questa prolungata espansione continui a supportare le attività di rischio a livello globale.
SETTORE MANIFATTURIERO
Il settore manifatturiero a livello globale ha registrato una contrazione nel 2019, ma l’impatto è stato sostenibile nei paesi in cui l’industria rappresenta una quota più piccola del PIL. Negli Stati Uniti, i mercati potrebbero registrare un impatto notevole in quanto le aziende di produzione rappresentano il 43% dell’S&P 500, nonostante il settore manifatturiero contribuisca solo per il 10% al PIL.
VOLATILITÀ
Nonostante un’incertezza politica a livelli quasi record, l’S&P 500 ha registrato 26 nuovi massimi storici nel 2019 e solo 7 variazioni di prezzo sono state superiori al 2%. Il mercato è riuscito a guardare oltre il “rumore” causato dalle notizie.

Rimani informato e anticipa i mercati


SCARICA IL MARKET PULSE

Accedi al PDF completo da utilizzare con i tuoi clienti

ABBONATI AL MARKET PULSE

Ricevi l’ultimo Market Pulse direttamente nella tua casella di posta non appena verrà pubblicato

Gestisci le sottoscrizioni

Approfondimenti correlati


CONTATTACI

Per ulteriori informazioni