Our services in the selected country:
  • No services available for your region.
Select Country:
Remember my selection
Il browser è obsoleto. Presenta problemi di sicurezza noti e può non visualizzare tutte le funzionalità di questo e altri siti Web
MARKET PULSE 
|
Marzo 2019

MARKET PULSE

Prospettive macroeconomiche


Rischio di recessione

A seguito del rallentamento della crescita e dell’inasprimento delle condizioni finanziarie, negli Stati Uniti sono emersi alcuni rischi ciclici. Tuttavia, riteniamo che lo scenario di recessione sia meno probabile dato lo stato attuale dell’economia, con l’inflazione ancorata e un minor impatto delle fluttuazioni del settore industriale e degli shock petroliferi. A nostro avviso, il rischio finanziario complessivo, fattore determinante delle ultime tre recessioni, rimane contenuto. Scopri di più

La dinamica delle vendite

Mentre le vendite al dettaglio solitamente sono influenzate delle festività, la brusca flessione di dicembre è stata determinata da fattori inusuali, tra cui il prolungato blocco amministrativo, l’elevata volatilità del mercato e la debole fiducia dei consumatori. Nel più lungo termine, siamo positivi sulla domanda, ma prevediamo delle ulteriori distorsioni legate alla volatilità registrata a fine 2018. Scopri di più

Effetti non solo negativi

Sebbene gli Stati Uniti storicamente abbiano guidato il ciclo economico globale, un sostanziale rallentamento delle economie estere potrebbe generare delle reazioni a catena e avviare una recessione. Tuttavia, per provocare una recessione negli Stati Uniti legata alla diminuzione delle esportazioni, all'indebolimento degli investimenti e a condizioni finanziarie più restrittive, stimiamo che la crescita globale debba rallentare di oltre 3 punti percentuali. Scopri di più

Linee di confine

L’articolo 50 ha messo in discussione lo status delle frontiere irlandesi, a seguito dello spirito di sovranità che è alla base della Brexit. Sia l’Unione Europea che il Primo Ministro May rifiutano l'idea di un confine materiale in Irlanda, tuttavia il confine aperto e la sovranità del Regno Unito sono difficili da conciliare. Riteniamo che siano molto probabili ulteriori ritardi nella Brexit. Scopri di più

Prospettive di mercato


Dal Beta all’Alpha

La recente performance delle azioni statunitensi è stata legata ad alcuni fattori macroeconomici come la crescita domestica e la politica monetaria della banca centrale. Riteniamo che nel breve termine, il potenziale delle strategie guidate dal Beta sia limitato poiché gran parte dei fattori macroeconomici sono in fase di stabilizzazione. Di conseguenza, un aumento della dispersione dei rendimenti potrebbe favorire una focalizzazione su rischi specifici e, a nostro avviso, generare Alpha per gli investitori. Scopri di più

Mercati Emergenti

I timori sulla politica monetaria della Federal Reserve (Fed) sono diminuiti e le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina si sono ridottte. Con una politica monetaria domestica a supporto da parte della Cina che si aggiunge alla combinazione di altri fattori, prevediamo presto una ripresa della crescita dei Mercati Emergenti. I rendimenti delle azioni e del debito dei Mercati Emergenti si trovano già su livelli medio-alti per il 2019 e, nel caso in cui l’incertezza della regione diminuisca e i fondamentali riacquistino importanza, la fase di rialzo potrebbe continuare. Scopri di più

Il Dollaro

Le previsioni per il Dollaro statunitense sono cambiate significativamente a seguito delle previsioni di politica monetaria della Fed. Il commento di settembre rifletteva il massimo orientamento restrittivo della banca centrale, mentre quello di gennaio ha determinato uno shock accomodante. Le implicazioni sulla sensibilità futura della Fed ai cambiamenti nello scenario macroeconomico, a nostro avviso, suggeriscono che la recente forza del Dollaro statunitense possa cambiare direzione. Scopri di più

Small Cap

Nella pagina seguente, spieghiamo le motivazioni a favore delle small cap e la crescente importanza dei ricavi domestici, in uno scenario globale molto incerto, come quello attuale. Inoltre, da un punto di vista strategico, le small cap, rispetto alle società ad elevata capitalizzazione, storicamente hanno realizzato dei rendimenti superiori sia in termini assoluti che aggiustati per il rischio. Scopri di più

Small Cap: piccole ma forti


Dati i rischi politici all’orizzonte, quali la guerra commerciale, i timori geopolitici, la Brexit e i rischi indotti dall’Italia, potrebbe essere vantaggioso rimanere esposti ai ricavi domestici. Riteniamo che le small cap potrebbero registrare risultati migliori rispetto alle società globalizzate ad elevata capitalizzazione, vista la  maggiore percentuale di ricavi derivanti da attività locali. Infine, da un punto di vista strategico, le small cap storicamente hanno realizzato dei rendimenti superiori, sia in termini assoluti che aggiustati per il rischio.

L’incertezza sulla politica economica sta aumentando

L’indice di incertezza della politica economica globale ha iniziato il 2019 con un nuovo record. A nostro avviso, uno scenario globale molto incerto potrebbe aumentare l’interesse per le small cap, che realizzano la maggiore parte di ricavi in ambito locale. Questi titoli dovrebbero avere una minore esposizione ai pericoli di un inasprimento della guerra commerciale, ai timori geopolitici, alla Brexit e al rischio indotto dall’Italia.

Fonte: Haver e GSAM.
RIDUCI LE NOTE SUPPLEMENTARI VISUALIZZATE


Rimani informato e anticipa i mercati


SCARICA IL MARKET PULSE

Accedi al PDF completo da utilizzare con i tuoi clienti

ABBONATI AL MARKET PULSE

Ricevi l’ultimo Market Pulse direttamente nella tua casella di posta non appena verrà pubblicato

Gestisci le sottoscrizioni

Approfondimenti correlati



CONTATTACI

Per ulteriori informazioni