Our services in the selected country:
  • No services available for your region.
Select Country:
Remember my selection
Il browser è obsoleto. Presenta problemi di sicurezza noti e può non visualizzare tutte le funzionalità di questo e altri siti Web

Il "ritorno" dei Mercati Emergenti

I benefici per i Mercati Emergenti di una convergenza nella crescita globale

Panoramica

 

 

La forza della crescita statunitense è stata una caratteristica fondamentale del contesto macroeconomico degli ultimi mesi. Crediamo, tuttavia, che la situazione stia cambiando; riteniamo che la crescita statunitense sarà probabilmente più moderata rispetto al forte ritmo registrato nel secondo trimestre del 2018, e che convergerà in parte con il ritmo del resto del mondo. Questa convergenza potrebbe determinare un "ritorno" degli attivi dei Mercati Emergenti (ME). Più in generale, preferiamo le azioni rispetto al debito societario, e quest'ultimo rispetto ai titoli di Stato.

 

Tre punti principali

 

 

1. La crescita degli Stati Uniti ha raggiunto un picco.

Crediamo che il periodo caratterizzato da tassi di crescita divergenti, determinato principalmente dalla significativa crescita statunitense, sia in gran lunga passato. La crescita degli Stati Uniti ha beneficiato della politica fiscale implementata durante il secondo trimestre dell'anno; un supporto che probabilmente svanirà nel tempo.

 

2. I tassi d’interesse probabilmente rimarranno in prossimità dei livelli attuali fino alla fine dell’anno.

Ci aspettiamo che i tassi d’interesse statunitensi continuino a crescere nel lungo periodo, tuttavia non riteniamo sussistano sufficienti fattori per un ulteriore forte rialzo dei tassi entro la fine dell’anno. Con l’inflazione in graduale aumento e con un probabile calo nella crescita statunitense, prevediamo che la Federal Reserve (Fed) alzerà i tassi ancora due volte nel 2018, in linea con quanto scontato dal mercato.

 

3. Un contesto di investimento complesso, ma propizio per un "ritorno" dei Mercati Emergenti (ME).

Le tensioni commerciali, gli sviluppi politici, ed il possibile rallentamento della crescita statunitense aumentano il rischio del verificarsi di una temporanea contrazione del mercato azionario nel corso dell'ultima parte dell’anno. Tuttavia, crediamo che la crescita statunitense rimarrà al di sopra del tasso tendenziale e che i fondamentali economici nella maggior parte dei paesi emergenti rimarranno solidi, creando un terreno fertile per un "ritorno" degli attivi dei ME. 

 

 

 

Outlook semestrale 2018

Maggio 2018

ALTRE INFORMAZIONI

Outlook annuale 2018

Dicembre 2017

ALTRE INFORMAZIONI

GSAM Investment Outlook Trimestrale

3T 2017

ALTRE INFORMAZIONI